Giustizia, Chirico: “Non sia un pm a decidere il sindaco a Milano e a Roma”

“Non sia un pm a decidere il sindaco a Milano e a Roma”.
Lo dichiara in una nota Annalisa Chirico, giornalista e presidente del movimento Fino a prova contraria per una giustizia giusta ed efficiente. “Un avviso di garanzia non può trasformarsi in una clava contro l’avversario politico. Virginia Raggi dovrebbe dimettersi per manifesta incapacità amministrativa, non perché un suo uomo di fiducia è oggetto di misure cautelari.
Quanto al sindaco Beppe Sala, l’istituto giuridico dell’auto-sospensione non esiste, esistono le dimissioni. Non si capisce perché la notizia delle indagini a carico del sindaco, peraltro pervenuta da fonte giornalistica, debba inibire il regolare svolgimento del suo ruolo, determinando così una indebita pressione sull’attività dei magistrati. Spesso s’invoca il principio della separazione dei poteri: per una volta lo si applichi’.

Annalisa Chirico, presidente Fino a prova contraria, 16 dicembre 2016 

Condividi: