Prodi: la giustizia una valle di lacrime

Ragusa, indiano rapisce bimba. Arrestato e subito scarcerato

Arrestato e subito rilasciato. Un indiano senza fissa dimora qualche giorno fa ha provato a rapire una bambina di 5 anni: è tornato in libertà.

Arrestato e subito rilasciato. Un indiano senza fissa dimora qualche giorno fa sul litorale di Scoglitti, nel Ragusano, ha provato a rapire una bambina di cinque anni davanti agli occhi dei genitori.

L’uomo dopo essersi avvicinato con fare amichevole avrebbe preso la bambina tentando di portarla via. Subito inseguito è stato poi fermato e la bambina è stta salvata. L’uomo però ha proseguito la sua corsa fuggendo via. Rintracciato dai carabinieri è stato immediatamente arrestato. Ram Lubhaya, 43 anni, clandestino, senza fissa dimora è stato immediatamente trasferito in carcere. L’uomo avrebbe dei precedenti per droga e ricettazione: è stato anche espulso dal territorio nazionale, ma è rimasto in Italia. Subito dopo l’arresto però l’uomo è stato rilasciato ed è a piede libero. È tornato in libertà perche l’udienza di convalida è stata rinviata a data da destinare. Il pregiudicato era stato fermato con l’accusa di sequestro di persona aggravato e rinchiuso nel carcere di Ragusa, in attesa di chiarire i motivi del tentato rapimento. A confermare la notizia del rilascio, come sottolinea repubblicapalermo.it, è stato l’avvocato Fabio Giudice, legale d’ufficio dell’uomo che resta pertanto indagato a piede libero. Intanto sui social cresce la protesta per questa vicenda giudiziaria che aveva suscitato allarme nell’opinione pubblica e tra i residenti della località turistica. In tanti si chiedono perché un uomo che abbia tentato il rapimento di una bimba possa ancora essere in libertà.

Claudio Torre, il Giornale, 19 agosto 2016

Condividi: