Obiettivi

OBIETTIVI

Ogni processo si svolge nel contraddittorio tra le parti, in condizioni di parità,
davanti a un giudice terzo e imparziale. La legge ne assicura la ragionevole durata.

art. 111, Costituzione italiana

Un sistema giudiziario equo, efficiente e imparziale: questo è il nostro obiettivo. Vogliamo promuovere la riforma del sistema giudiziario italiano ispirandoci a una “giustizia giusta”, a un processo equo basato sull’effettiva parità tra accusa e difesa, in coerenza con l’articolo 111 della Costituzione italiana. Per garantire tale parità, la separazione delle carriere tra magistrati giudicanti e requirenti è un passo ineludibile.

Vogliamo difendere l’autorevolezza di una magistratura responsabile e affidabile, essenziale per il buon funzionamento di una democrazia liberale, secondo le migliori pratiche e standard internazionali.

Vogliamo promuovere un sistema giudiziario che rispetti il cittadino e assicuri i tempi ragionevoli del processo civile e penale; il superamento della custodia cautelare in carcere come prassi ordinaria al fine di riportarla alla sua originaria funzione di istituto eccezionale e residuale; la certezza del diritto e della pena perché la vittima del reato non sia anche vittima dell’inefficienza del sistema.

Vogliamo che l’amministrazione della giustizia sia un fattore positivo per la competitività del Paese e non appaia più come fonte di incertezza o, peggio, di arbitrio. Un siste­ma giudiziario inefficiente e che, per giunta, trasforma in reato condotte affidate nel resto del mon­do alla giu­sti­zia ci­vile è un disincentivo per gli investimenti nazionali e stranieri. Vogliamo una giustizia che tuteli l’imprenditore nel perseguimento del suo legittimo interesse a favorire sviluppo e lavoro senza leggi, ed applicazioni delle stesse, che lo carichino di oneri ingiustificati. Vogliamo una giustizia amministrativa dai tempi celeri che funga da traino dello sviluppo economico e non sia ostacolo all’esercizio della libertà d’impresa.

PER UNA GIUSTIZIA GIUSTA