Luttwak: “Eternit, per amianto processi civili in 40 paesi. In Italia invece penale, due volte per gli stessi fatti”

Edward Luttwak ritorna sul processo Eternit bis che, dopo un anno di sospensione, riparte con il via libera della Corte costituzionale.

“Dopo l’assoluzione per intervenuta prescrizione, si celebra un nuovo processo penale per i medesimi fatti, vengono riformulati soltanto i capi d’imputazione perché questa volta la procura contesta l’omicidio volontario, non il disastro ambientale. In 40 paesi nel mondo, forse anche di più, ci sono stati processi civili legati alla tragedia dell’amianto, tali processi hanno consentito di risarcire le vittime e i loro familiari. Solo in Italia si è pensato di imbastire un processo penale che dura in media una decina di anni e costa somme ingenti ai contribuenti italiani. È paradossale che si dia inizio a un processo bis per fatti già passati, senza esito, al vaglio della magistratura proprio nel paese culla del diritto romano, in spregio al sacro principio del ne bis in idem.”

Edward Luttwak, economista e politologo

Condividi: