Il book tour di Fino a prova contraria fa tappa a Lodi

La Sala Rivolta del Teatro alle Vigne a Lodi ha ospitato lunedì 4 marzo una nuova tappa del book tour di “Fino a prova contraria. Tra gogna e impunità, l’Italia della giustizia sommaria”. Alla presentazione, oltre ad Annalisa Chirico, hanno preso parte anche Ambrogio Ceron, presidente del Tribunale di Lodi, Domenico Chiaro, procuratore della Repubblica di Lodi, e Giorgio Bottani, presidente dell’Ordine degli Avvocati della provincia di Lodi. Una sala da tutto esaurito ha fatto da cornice all’evento (qui l’album della serata), segno che la necessità di ottenere una giustizia giusta, imparziale e con tempi certi è davvero molto sentita.

“L’imputato va considerato responsabile solo all’esito del giudizio. Fino ad allora è innocente, anche se c’è di mezzo un ordine di custodia cautelare” ha ricordato Domenico Chiaro, intervistato a margine dell’incontro (qui il video completo). “I magistrati che entrano in politica? Ne hanno il diritto, ma deve essere un passaggio definitivo: non possono rimettere la toga. Soprattutto nel caso di nomina o elezione, non potrebbero tornare a esercitare il proprio ruolo con la dovuta terzietà.”

Condividi: