Il 5G fa male alla salute umana? Rischi e opportunità: Talk con Chirico, Carraro, Pasquino, Marsico, Rucco e Sboarina

Mentre le linee di azione istituzionali sono in divenire, l’allarme sulla sicurezza del 5G è in aumento. Ad oggi, sono molti gli amministratori locali che hanno deciso di “congelare” – attraverso ordinanze comunali – l’avvento della rete ultraveloce a causa dei presunti rischi per la salute umana.

Il 5G aumenterà esponenzialmente l’utilizzo dell’Internet of Things e dei big data all’interno della società. Da un lato questo porterà il Paese verso un futuro di nuove opportunità digitali in diversi campi di applicazione; dall’altro la possibilità di veicolare un enorme e crescente volume di dati, spesso sensibili, pone interrogativi.

Di questo e di molto altro si parlerà nel talk “Il 5G fa male alla salute umana? Rischi e opportunità” che sarà trasmesso tramite i canali digitali di Fino a prova contraria, di Annalisa Chirico e delle testate “Il Giornale di Vicenza”, “L’Arena”, “TVA – Vicenza” e “TeleArena”. Ad organizzare questo evento è il movimento Fino a prova contraria, presieduto dalla giornalista Annalisa Chirico, nell’ambito dei “Seminari per la crescita #inNomedelPil”.

In questa occasione i “Seminari per la Crescita #inNomedelPil”, a causa della crisi pandemica, hanno rivisto il proprio format promuovendo un webinar all’interno del quale verranno coinvolti 5 relatori che interverranno durante la trasmissione in live streaming della durata di 60 minuti circa.

All’evento parteciperanno esponenti del mondo scientifico, istituzionale e dell’imprenditoria che discuteranno su rischi e opportunità delle reti di quinta generazione:

Enrico Carraro, presidente di Confindustria Veneto e del Gruppo Carraro. Nel 2007 assume la vice presidenza esecutiva di Carraro con delega alle iniziative di New Business Development. Da febbraio 2011 diventa membro della giunta di Confindustria Padova e nel luglio 2012 della Commissione per la riforma di Confindustria. Da aprile 2012 diventa presidente del Gruppo metalmeccanico al posto del padre Mario Carraro. Da aprile 2013 a febbraio 2017 è stato vice presidente di Confindustria Veneto con delega all’internazionalizzazione. Da giugno 2018 è vice presidente di Assindustria Venetocentro, nata dalla fusione di Confindustria Padova e di Unindustria Treviso;

Nicola Pasquino, docente presso l’Università Federico II di Napoli. Vincitore nel 1999 di una borsa di studio Fulbright, è professore di Misure per la Compatibilità Elettromagnetica all’Università di Napoli Federico II, Responsabile Scientifico del Laboratorio di Compatibilità Elettromagnetica del Dipartimento di Ingegneria Elettrica e delle Tecnologie dell’informazione, Presidente del CT 106 “Esposizione Umana ai Campi Elettromagnetici” del Comitato Elettrotecnico Italiano e Coordinatore della Commissione Speciale “Esposizione Umana ai Campi Elettromagnetici” dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli;

Giuseppe Marsico, ricercatore del Dipartimento di Stato dell’Ambiente e Metrologia Ambientale presso l’ISPRA che agisce sotto la vigilanza e la guida politica del Ministero dell’Ambiente e della Tutela della Terra e del Mare. Capo dell’unità radiazioni non ionizzanti, è rappresentante nazionale per il Ministero dell’Ambiente italiano presso la Commissione UE ai sensi della 2002/49/CE sull’inquinamento acustico;

Francesco Rucco, presidente della Provincia di Vicenza dal 29 ottobre 2018 e sindaco del Comune di Vicenza dal 13 giugno 2018;

Federico Sboarina, sindaco del Comune di Verona dal 27 giugno 2017.

A moderare il confronto sarà Annalisa Chirico, presidente del movimento Fino a prova contraria, dottorato di ricerca alla LUISS “Guido Carli”, firma del quotidiano “Il Foglio” e saggista politica.

Condividi: