Chirico (Giustizia): Capua, la riforma del processo penale non eviterà nuovi casi Capua

Dopo le dimissioni di Ilaria Capua dalla Camera dei deputati, interviene Annalisa Chirico, giornalista e presidente del movimento Fino a prova contraria – Until proven guilty. 

La vicenda della scienziata Capua è emblematica di due anomalie italiane: da una parte c’è il processo o, meglio, l’inchiesta mediatica (Capua è stata prosciolta in udienza preliminare); dall’altra, il principio costituzionale della presunzione d’innocenza ridotto a una formula vuota.

Viene allora da chiedersi se la riforma del processo penale, in discussione al Senato, risponda alle urgenze della giustizia. Secondo noi, tale riforma non eviterà nuovi casi Capua in futuro.

Allungare i tempi della prescrizione nel paese con i processi più lunghi d’Europa è forse una risposta ragionevole? Né ci sembra che le modifiche prospettate in tema di intercettazioni siano capaci di porre fine al rito della gogna mediatica che ha colpito, in modo esemplare, Ilaria Capua durante la fase, spropositatamente lunga, dell’inchiesta.

Condividi: