Chi siamo

CHI SIAMO

L’imputato non è considerato colpevole sino alla condanna definitiva

art. 27, Costituzione italiana

 

È arrivato il tempo di riformare la giustizia italiana.

È arrivato il tempo di una giustizia giusta.
Siamo un movimento di persone – professionisti di diversi settori, dall’impresa alla comunicazione, nonché esperti di diritto – che intendono promuovere una vera e propria riforma del sistema giudiziario italiano.

Siamo cittadini liberi che vogliono vivere in un Paese libero. Crediamo nello stato di diritto, nella democrazia e nel valore insopprimibile della funzione giudiziaria.
Vogliamo una giustizia che rispetti la vita delle persone. Una giustizia che non ci tratti da presunti colpevoli, che non leda la libertà personale e i diritti di proprietà senza un giustificato motivo.

Una giustizia equa ed efficiente rende un Paese più giusto e competitivo.

Ognuno è innocente fino a prova contraria.

Il movimento Fino a prova contraria nasce dalla consapevolezza che in Italia non esiste ancora un sistema giudiziario equo e imparziale, e che troppo spesso assistiamo a casi di giustizia negata, sia in ambito civile che penale.
Ispirandoci a una “giustizia giusta”, proponiamo e sosteniamo approfondimenti scientifici, sessioni di studio, iniziative politiche, dibattiti, confronti, campagne di sensibilizzazione e quant’altro sia possibile e necessario per raggiungere il nostro scopo.

Consiglio Direttivo

Il consiglio direttivo del movimento è composto da:

Chirico

Annalisa Chirico

Presidente di Fino a prova contraria.
Giornalista e saggista.
Dottoressa di ricerca in Teoria politica

Non c’è libertà senza giustizia. Non c’è democrazia senza libertà

Cornetto

Giuseppe Cornetto Bourlot

Imprenditore.
Senior Advisor di Schroders e presidente di Askanews

Una giustizia più efficiente che si misuri con gli standard del mondo occidentale per un Paese più competitivo e attraente

Luttwak

Edward Luttwak

Consulente governativo.
Senior Associate, Center for Strategic and International Studies a Washington D.C.

L’Italia vive una crisi di legalità che rappresenta ormai un problema per tutti. Fino a prova contraria offre una soluzione

piero_Tony

Piero Tony

Ex procuratore capo di Prato.
Iscritto a Magistratura democratica

Il processo in Italia non è più un semplice processo ma è spesso una grande gogna a causa del rapporto malato tra magistratura e sistema dell’informazione

DeMichelis

Luca De Michelis

Amministratore delegato di Marsilio Editori

Citando Aristotele, la giustizia è la virtù più efficace, e né la stella della sera, né quella del mattino sono così meravigliose

PER UNA GIUSTIZIA GIUSTA