Proposta Orlando sulle carceri

Carceri, sì alla proposta Orlando. Basta con la prigione discarica sociale

È tempo di soluzioni innovative per uscire dal disastro carcerario. Per questo noi di Fino a prova contraria siamo favorevoli alla proposta del ministro della Giustizia Andrea Orlando che, secondo indiscrezioni di stampa, consisterebbe nella vendita di prigioni storiche come San Vittore e Regina Coeli alla Cassa depositi e prestiti per costruirne di nuove. È una proposta di buon senso. Chiunque abbia visitato almeno una volta questi istituti penitenziari sa bene che sono del tutto incompatibili con il dettato costituzionale e con le convenzioni internazionali. Negli anni abbiamo assistito ai fallimenti dei piani carceri e di qualunque tentativo volto a coniugare l’improrogabile esigenza di ristrutturazione con il reperimento di risorse adeguate, anche private. Il risultato è un carcere ridotto a discarica sociale, per usare un’espressione cara a Marco Pannella. La vendita preordinata alla costruzione di nuovi edifici, dove la pena detentiva sia privazione della libertà e non già della dignità della persona ristretta, segnerebbe una svolta necessaria. Le vecchie carceri potrebbero essere affidate a privati per attività commerciali e ricettive; le nuove, collocate pur sempre all’interno del tessuto urbano, contribuirebbero al ripensamento della pena detentiva e della sua funzione rieducativa finora disattesa.

Condividi: