Assolto dopo 11 anni, la dichiarazione dell’ex manager Fastweb Mario Rossetti

Ieri ho appreso dai miei avvocati che la sentenza di assoluzione di primo e secondo grado perché estraneo ai fatti e perché i fatti non costituiscono reato è diventata definitiva perché la Procura della Repubblica di Roma non ha presentato appello.
Sono passati 11 anni, 3 settimane e 4 giorni da quando con un avviso di garanzia a mezzo stampa pubblicato da Repubblica ho saputo di essere indagato per associazione a delinquere transnazionale e di una serie di reati fiscali .
11 anni, 3 settimane e 4 giorni per un’inchiesta condotta male ed in modo approssimativo. 100 giorni di carcere e 9 mesi di arresti domiciliari perché tutta la fase del giudizio cautelare è stata soggetta non alle regole del diritto scritto dai nostri legislatori ma al rito accusatorio orchestrato dalla Procura della Repubblica e dai giornalisti che vivono in quei corridoi.
La fortuna è stata incontrare dei magistrati perbene, persone oneste e preparate, che hanno avuto la forza di far rispettare la legge scritta nel nome del popolo italiano.
Come cittadino nel rumore di fondo di una inutile campagna elettorale mi piacerebbe che qualcuno dicesse cosa intende fare per migliorare il sistema giustizia e per le carceri di questo paese .
Grazie a tutti, e siete stati tanti, che siete stati vicini a me e alla mia famiglia .
Da domani è venuto il momento di voltare definitivamente pagina.

Mario Rossetti

Condividi: