Tu puoi fare la differenzaDona
Diventa attivistasostienici
Ricevi la nostra newsletterIscriviti

LA NOSTRA CAUSA

È arrivato il tempo di riformare la giustizia italiana.

È arrivato il tempo di una giustizia “giusta”.

BLOG

[VIDEO] La Notte della Giustizia | Firenze, 18 maggio

     

Ddl Orlando: più facile e frequente l’utilizzo di trojan

Nel disegno di legge di riforma del processo penale si apre all’uso di trojan per molti reati. E con poche garanzie. Nella guerra sempre più aperta che si sta consumando sul disegno di legge di...

La lezione inascoltata di Falcone sui giudici

Già 30 anni fa condannava «l’incompetenza nei tribunali» e chiedeva «carriere separate» C’è un Falcone che pochi conoscono. un Falcone dimenticato anche prima della strage di...

Renato Soru: la gogna ti toglie la vita

Nei suoi primi sessant’anni di vita Mr. Tiscali è stato imprenditore di successo, politico influente e imputato di talento. Del resto, ci vuole talento per affrontare quindici anni di inchieste,...

Giustizia

Uffici chiusi, niente udienze. I giudici in vacanza due mesi

Il trucco dei tribunali per aggirare la riduzione delle ferie: stop alle cause d’estate. Il caso Brescia: 57 giorni Per affossare la riforma istituzionale di Renzi è servito un referendum....

TESTIMONIAL

  • Mi hanno trattato da presunto colpevole, e mi hanno strappato la vita. Perché non accada mai più

    Giuseppe Gulotta

    Ha trascorso 22 anni in carcere da innocente
  • Giuliano Amato

    La lentezza della giustizia civile e spesso l’imprevedibilità delle decisioni incidono negativamente sulla competitività del Paese.

    Giuliano Amato

    Politico, giurista e accademico,
    è giudice costituzionale dal 2013
  • Piero Tony

    Il processo in Italia non è più un semplice processo ma è spesso una grande gogna a causa del rapporto malato tra magistratura e sistema dell’informazione.

    Piero Tony

    Ex procuratore capo di Prato,
    iscritto a Magistratura Democratica
  • Paolo Mieli

    All’epoca il 99,9 percento del mondo dell’editoria e della stampa italiana era uniformemente colpevolista nei confronti di Enzo Tortora. Averne memoria è importante.

    Paolo Mieli

    Giornalista e saggista,
    già direttore del Corriere della Sera